Il tuo carrello

CORVO BIANCO. CARL SCHMITT DAVANTI AL NAZISMO (IL)

di Gazzolo T. (cur.); Pietropaoli S. (cur.)

Casa editrice: Quodlibet

Disponibilità: In-stock

  • TRADUTTORE:
  • COLLANA: Ius
  • ANNO EDIZIONE: 2022
  • IN COMMERCIO DAL: 20/07/2022
  • PAGINE: 544
  • SEZIONE: FILOSOFIA E DISCIPLINE CONNESSE
  • DETTAGLIO: Filosofia occidentale: dal 1900
  • ISBN: 9788822906120
  • LISTINO: 28,00 €
Quantità

ISBN: 9788822906120

Categorie: | FILOSOFIA E PSICOLOGIA

Tags

CORVO BIANCO. CARL SCHMITT DAVANTI AL NAZISMO (IL)

Su Carl Schmitt giurista e filosofo “nazista” – per convinzione o per opportunismo – molto si è scritto, ancora negli ultimi anni. Poco, tuttavia, si è fatto per prendere sul serio, come merita nella sua drammaticità, il suo tentativo di pensare la novità che il nazismo avrebbe potuto presentare per la teoria del diritto e dello Stato. Non si tratta allora di “giudicare” Schmitt, di condannarlo o di riabilitarlo, di nazificarlo o di denazificarlo. Il presente volume intende, diversamente, fornire una ricostruzione analitica ed accurata del modo in cui egli aderì al nazionalsocialismo, del contesto in cui maturò tale decisione, dei compiti che assolse, della collaborazione che fornì, interrogando i testi schmittiani del periodo 1933-1934 non nel loro semplice coinvolgimento politico con il regime, ma in ciò che hanno tentato di pensare, poiché in essi proprio il nazismo è, in un certo senso, “in questione”, e non è mai semplicemente un “fatto” cui aderire. La lettura di Schmitt deve allora poterci aiutare a ereditare le domande che, nel confronto con il nazionalsocialismo, egli ha affrontato, e che segnano ancora la nostra contemporaneità giuridica e politica.