Il tuo carrello

REPUBBLICHE DEI PIRATI. CORSARI MORI E RINNEGATI EUROPEI NEL MEDITERRANEO (LE)

di Bey Hakim

Casa editrice: ShaKe

Disponibilità: In-stock

  • TRADUTTORE:
  • COLLANA: Underground
  • ANNO EDIZIONE: 2022
  • IN COMMERCIO DAL: 20/01/2022
  • PAGINE: 208
  • SEZIONE: GEOGRAFIA E STORIA
  • DETTAGLIO: Storia culturale e sociale
  • EAN: 9791280214072
  • LISTINO: 14,00 €
Quantità

ISBN: 9791280214072

Categorie: | SAGGISTICA

Tags

Le repubbliche dei pirati. Corsari mori e rinnegati europei nel Mediterraneo

Nel periodo tra il XVI e il XVII secolo, i pirati musulmani provenienti dal Nord Africa falcidiarono la navigazione europea, trasformando in schiavi migliaia di prigionieri. Durante questo stesso periodo migliaia di europei si convertirono all'Islam e si unirono alla "Guerra Santa". Erano costoro forse la feccia dei mari o abbandonarono e tradirono il cristianesimo per una forma di resistenza sociale? L'autore si concentra proprio sulla Repubblica corsara di Salé, la forma politica più evoluta tra le comunità di pirati del periodo. Corsari, sufi, pederasti, donne moresche, piratesse, schiavi, avventurieri, ribelli irlandesi, ebrei eretici, spie inglesi, eroi radicali della working-class, sono alcuni dei protagonisti. Tratta degli europei del XVII secolo che si convertirono all'Islam, non sempre pirati, il cui numero stima in migliaia. La sua analisi dei renegados, delle loro idee e della loro pratica politica propende per l'intrigante ipotesi che alcuni di loro possano aver avuto rapporti con i Rosacroce e l'Illuminismo, e che possano aver formato un'iniziale cultura di resistenza composta dei fuggiaschi di una civiltà di miseria e oppressione.