Il tuo carrello

Novembre: le ultime uscite editoriali

Inauguriamo la prima settimana di novembre con le novità editoriali uscite questi giorni e pronte per arrivare sugli scaffali delle librerie

Novembre: le ultime uscite editoriali

Le novità più recenti da avere in libreria. Abbiamo scelto soltanto i libri sbarcati sugli scaffali nell’ultima settimana. Dentro questo insieme di titoli troviamo proposte diversissime tra loro, libri attesissimi (una nuova pubblicazione di un libro introvabile, di cui stiamo molto parlando tantissimo), un fumetto su una star seguitissima, un classico dell’antropologia che ritorna ancora a interessare dopo quarant’anni. L’esplorazione di questo elenco è un’ulteriore occasione per confermare quanto sia importante il contributo delle case editrici indipendenti italiane.

 

Ore disperate. L'ultimo processo di Harper Lee di Casey Cep (miminum fax)

Negli anni Settanta, in un Alabama ancora attraversato dalle tensioni razziali, il reverendo afroamericano Willie Maxwell viene accusato di aver ucciso cinque membri della sua famiglia per incassare i soldi di altrettante polizze assicurative. Più volte processato, viene sempre assolto grazie all'astuzia del suo avvocato, un liberal e campione dei diritti civili. Finché, al funerale della sua ennesima vittima, uno dei parenti lo uccide con un colpo di pistola davanti a una folla di testimoni. A difendere l'assassino in tribunale sarà lo stesso avvocato che aveva fatto assolvere il reverendo. Un processo destinato a fare clamore, per due ragioni: il suo esito imprevedibile e la presenza tra il pubblico di Harper Lee, tornata nel suo stato natale con l'idea di scrivere la propria personalissima versione di A sangue freddo, il capolavoro dell'amico fraterno Truman Capote al quale aveva contribuito non poco, diciassette anni prima. Casey Cep ricostruisce l'intera vicenda, dalla sequenza di omicidi al processo, attraverso un lavoro di ricerca da grande reporter e, al tempo stesso, offre un ritratto profondo e commovente di una tra le scrittrici americane più lette e amate del Novecento e della sua lotta con il successo e i misteri della propria creatività, destinata a esaurirsi nella perfezione assoluta di un unico, grandissimo romanzo: Il buio oltre la siepe.

 

 

Maledetti cantautori. 20 artisti fuori dagli schemi che hanno segnato la musica per sempre di Nicholas Ciuferri (Becco Giallo)

Il libro nasce dall’omonimo spettacolo musicale dello scrittore e performer Nicholas Ciuferri, con la collaborazione di The Niro, Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz, di Umberto Maria Giardini alias Moltheni, dell’attore Daniele Parisi e di Nathalie, vincitrice di X-Factor.

 

 

 

 

 

 

 

 

L'economia dell'età della pietra di Marshall Sahlins Marshall; a cura di R. Marchionatti (Eleuthera)

 

In quello che è ancor oggi ritenuto il testo fondativo dell'antropologia economica (o meglio, dell'economia antropologica), Sahlins rivoluziona le vecchie e sorpassate idee sull'economia delle società «primitive», svelando come in realtà esse fossero delle vere e proprie società dell'opulenza. E in effetti, come ci ricorda Roberto Marchionatti, indagare la natura dell'economia e del suo sguardo sul mondo necessita dello stesso tipo di sensibilità antropologica che noi applichiamo allo studio degli altri. Solo così si può comprendere come mai i popoli più «primitivi» del mondo abbiano sì pochi beni, ma non siano poveri. La povertà non coincide con una ridotta quantità di beni ma è prima di tutto uno status sociale e in quanto tale un'invenzione della civiltà. Se dunque Sahlins, in questo classico di sorprendente attualità, si rivolge al passato, attingendo alla sconfinata ricchezza della creatività e della sperimentazione umane che solo l'antropologia è in grado di svelare, lo fa solo per guardare al futuro, per liberarci dai nostri preconcetti e per instradarci verso idee nuove che ci permettano di ripensare questioni oggi vitali per la società umana.

Ordina »»

 

 Elettra Lamborghini e la dea del ritmo di Elettra Lamborghini; Luca Vanzella (Becco Giallo)

Elettra sta passando un brutto momento: la sfortuna la perseguita e le capitano in continuazione degli incidenti incredibili. La catena di eventi sfortunati non sembra avere fine, anche i suoi tentativi di andare avanti come se nulla fosse e di rimediare ai danni che semina lungo il suo cammino sembrano venire sabotati da una forza oscura. Solo dopo molte peripezie, Elettra scopre che la sua sfortuna è dovuta alla maledizione scagliata contro di lei dalle ballerine di twerk devote alla Dea del Ritmo che si sono vendicate così contro di lei, responsabile di aver distrutto a sua insaputa un loro antico e prezioso idolo. Esiste però un modo per liberarsi dalla maledizione: diventare la nuova Grande Sacerdotessa del Ritmo! Età di lettura: da 9 anni.

Ordina

 

 

 

L'isola nuda di Dunja Badnjevic (Bordeaux)

Novità! 40% di sconto alle librerie indipendenti per la nuova edizione del libro L'Isola Nuda di Dunja Badnjevic, il racconto della prigionia di suo padre nel lager croato di Goli Otok, ma anche un lungo viaggio letterario nella storia della sua famiglia (serbocroata-bosniaca, quanto di più simbolico poteva esistere in terra jugoslava) e del suo paese, utilizzando i registri narrativi del romanzo e quelli documentaristici del diario, regalandoci un libro di rara intensità e spessore storico. Arricchito di una nuova sezione di documenti ritrovati e “narrati” dalla stessa autrice, torna in libreria un testo ormai introvabile (Bollati Boringhieri, 2008). L'obiettivo della pubblicazione e della promozione (il libro è disponibile per le librerie indipendenti con il 40% di sconto) è il medesimo: rendere il più possibile disponibile un libro incredibile, che colpì Magris, Matvejevic e i maggiori autori dell'area balcanica.

Qui giace un poeta. 60 visite a tombe d’artista a cura di P. Strada G. Testani (Jimenez)

Oltre cinquanta autori italiani e stranieri – tra scrittori, artisti, editori, giornalisti, librai e blogger – accomunati dalla passione per i viaggi sulle tombe di poeti e romanzieri. Tombe sfarzose, come quella di Oscar Wilde, o semplici lapidi in un prato, come quelle di Jack Kerouac e James Joyce, tombe ospitate in cimiteri celebri – il Père-Lachaise di Parigi o l’acattolico di Roma – oppure nascoste in mezzo a monti desertici, coperte dal segreto di un monastero, come quella di Javsandamba Zanabazar, artista e poeta mongolo, in patria venerato come un santo. Tombe che raccolgono ossa e ceneri, niente di più, ma che sono spesso meta di trascinanti pellegrinaggi. Perché, quando si ama visceralmente un poeta o uno scrittore ormai morto e sepolto, non bastano le parole che ha lasciato, non sono sufficienti i diari, le lettere, le biografie e le auto-biografie. Quando si ama qualcuno che non c’è più, arriva sempre il giorno in cui si fa irresistibile il desiderio di “vederlo ancora una volta”, andare a trovarlo dove giace per sempre. Cosa si prova – quali emozioni, ricordi, riflessioni scattano – quando ci si trova di fronte alla tomba di un artista amato? Che storia c’è, dietro quella lapide? E che storia c’è, dietro quel pellegrinaggio? Di questo scrivono gli autori coinvolti: hanno compiuto il loro pellegrinaggio e ce lo hanno raccontato. Massimiliano Governi sulla tomba di Sandro Onofri, Daniele Mencarelli sulle tracce di Camillo Sbarbaro, Barry Gifford tra i cimiteri di Parigi e Venezia, Matteo Trevisani in ricordo di Giordano Bruno, Giovanni Dozzini in cerca di Elio Vittorini, Tyler Keevil tra le brughiere gallesi con Dylan Thomas, Nicola Manuppelli sulle tracce di William Butler Yeats e molti altri ancora. Alcuni di loro hanno scelto di descrivere che fine abbiano fatto, post mortem, alcune coppie celebri della letteratura, altri si sono avventurati anche tra tombe di personaggi che, nel loro ambito e a loro modo, potevano definirsi poetici. Insieme compongono un mosaico di pellegrinaggi letterari su tombe di poeti, scrittori e artisti, per parlare, attraverso la morte, della vita e dell’arte.

Fidati di medi Lou Lubie (Comic Out) ATTENZIONE: Data di commercializzazione: 12 novembre

In anteprima mondiale, pubblicato in Italia da ComicOut (in Francia uscirà a gennaio), Fidati di me! Un grande ritorno di Lou Lubie, il suo terzo graphic novel in cui la ritroviamo di nuovo autrice unica, dopo l’esperienza a due voci de La ragazza nello schermo.

Nel 2017 La mia ciclotimia ha la coda rossa è stato un grande successo, ristampato dopo poche settimane dall’uscita e ora finalmente disponibile in una riedizione di cui parleremo più avanti. Con Fidati di Me Lou Lubie ritorna al tema dell’indagine psicologica che porta ad affrontare le ombre e a vedere con occhi diversi la propria vita e il rapporto con gli altri.

Stiamo abbastanza bene di Francesco Spiedo

Andrea Lanzetta ha 25 anni, una laurea in Matematica, due genitori apprensivi e un futuro incerto: ha abbandonato Napoli in fretta e furia per rifugiarsi a Milano, ma nonostante sia lì da mesi non ha ancora disfatto le valigie. Nella capitale del Nord, accetta i lavoretti che solo un ragazzo del Sud può fare bene – sostituto portiere, addetto alla sicurezza notturna in un supermercato, cameriere –, cercando di dribblare le insistenti telefonate della madre che vuole andarlo a trovare, vuole sapere se mangia, in sostanza vuole che torni a casa. Andrea però è fuggito da un amore che è finito di botto, un giorno, e a Milano cerca di cambiare pelle, per quanto per cambiare pelle dovrebbe prima capire che cosa vuole diventare. In questa incertezza da cui non riesce a salvarlo neanche la fissazione dei numeri, Andrea ricostruisce una versione di se stesso a nuove latitudini, aiutato da un improbabile portinaio che ricorda Lello Arena, da uno zio d’America che è il vero Tony Pagoda e da una donna che sa tenere a bada i suoi mostri. Quando tutto sembra aver trovato un posto, le conseguenze delle sue nonscelte e il calendario chiedono pegno: Natale, è tempo di tornare a casa e fare i conti con il passato. Diviso tra una Milano metropolitana e il richiamo di una Napoli pericolante, Andrea rappresenta una generazione in fuga dalle responsabilità e indolente, che sta abbastanza bene da non potersi lamentare, ma non bene abbastanza da essere felice. Spiedo rilegge il cliché del meridionale emigrato in un esordio dolceamaro, tenero e malinconico che tra le risate vi lascerà nel cuore un piccolo grumo colore del mare di Napoli.

L'animale morente letto da Fabrizio Bentivoglio. Audiolibro. CD Audio formato MP3 di Roth Philip (Emons Libri)

David Kepesh, professore universitario di critica letteraria, è malato di desiderio, e la sua malattia si chiama Consuela Castillo, una ragazza cubana, alta e bellissima, di ventiquattro anni, che sconvolge la sua vita nel modo piú tragico e inaspettato. Sotto la penna magistrale di Philip Roth, figure di uomini e donne ricche di cruda sensualità ridisegnano in modo nuovo l’immutata fragilità degli esseri umani.

Resta ancora un po' di Ghila Piattelli (Giuntina)

Quando nonna Giuditta capisce che è ormai vicino il tempo di morire, coinvolge il nipote Jonathan, la fidanzata Noga e il coinquilino Ittai in un viaggio alla ricerca del cimitero perfetto. Lungo la strada affiorano i ricordi e si fanno largo tutte le verità taciute a Jonathan dalla famiglia. A partire dal suo nome, Jonathan, lo stesso del primo amore di sua madre Ahuva, un giovane soldato morto nella Guerra del Kippur, e mai dimenticato. Nonna Giuditta non ha peli sulla lingua e con un sarcasmo irresistibile prende per mano l’amato nipote per liberarlo di tutti i fardelli invisibili della propria storia famigliare, un ultimo gesto d’amore prima di concludere il suo “grande viaggio”. "Resta ancora un po’" è un romanzo divertente e leggero che raccontandoci l’Israele di oggi riesce ad affrontare temi complessi, come la difficoltà di liberarsi del passato, le verità nascoste che ci cambiano la vita, le scelte che compiamo inconsapevolmente.