Il tuo carrello

Tutti i libri del mondo: primo Forum sull'editoria regionale

Dopo diversi rinivii a causa dell'emergenza sanitaria, si terrà finalmente un'importante evento organizzato dall'Associazione degli Editori Indipendenti e dall'Associazione Editori Sardi

Un'occasione per valorizzare l'editoria dei territori, la bibliodiversità italiana e le iniziative di promozione della lettura.

Tutti i libri del mondo: primo Forum sull

Il 10 dicembre 2020 si terrà ad Alghero il primo Forum sull’editoria regionale, organizzato ad ADEI e AES, nei locali della Biblioteca del Mediterraneo ad Alghero e in streaming sulle pagine social delle associazioni. Il Forum, dal nome “Tutti i libri del mondo” era in programma per marzo 2020, ma per cause facilmente intuibili è stato più volte rinviato. L’Associazione degli Editori Indipendenti e l’Associazione Editori Sardi finalmente sono lieti da annunciare che il 10 dicembre ci sarà la prima edizione.

Il forum è sostenuto dalla Fondazione di Sardegna, Regione Sardegna, Comune di Alghero, Fondazione Alghero e si svolge in collaborazione con il festival letterario “Dall’altra parte del mare”. Per l’apertura sono attesi i saluti istituzionali del ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini, dell’assessore regionale alla Cultura Andrea Biancareddu, del sindaco di Alghero Mario Conoci, dell’assessore alla Cultura Marco di Gangi e del presidente della Fondazione, Andrea Delogu, del presidente ADEI, Marco Zapparoli, e di Simonetta Castia, presidente AES.

Un evento largamente atteso, che ha come obiettivo l’analisi della situazione attuale e la proposta di soluzioni per l’Editoria dei territori, un nucleo vitale per la bibliodiversità italiana. Il mondo del libro italiano è caratterizzato da anime molto diverse ma in sinergia, ed è proprio questo pluralismo il suo punto di forza. Una molteplicità di intenti retti dall’impegno costante di piccolissime e piccole imprese editoriali in ogni angolo del territorio nazionale.

Marco Zapparoli, presidente ADEI, ha dichiarato:

«Il nostro Paese deve essere fiero, deve difendere e coltivare questo patrimonio linguistico e culturale che poggia su moltissime competenze e professionalità. Ma è un microcosmo sociale e imprenditoriale purtroppo fragile, basato su infrastrutture culturali che agiscono grazie all’attività appassionata di un indotto prezioso, grazie all’apporto decisivo delle comunità dei lettori».

I libri sono uno dei canali privilegiati per la valorizzazione delle diversità culturali e del patrimonio dei territori. I libri racconta i vari paesaggi sulla Terra, paesaggi non solo materiali ma anche immaginari e identitari.

«L’editoria indipendente a carattere locale, come ebbe a dire anche il grande e compianto intellettuale Toti Mannuzzu, è la sua narrazione più autentica – afferma Simonetta Castia, presidente AES e consigliere ADEI – perché svolge, attraverso il contributo offerto dagli autori e grazie alla propria vocazione qualificata e professionale, un’azione fondamentale per la difesa della bibliodiversità».

Durante il forum, grazie alla partecipazione di esperti del settore, rappresentanti delle istituzioni e della variegata comunità del libro, si parlerà di tutto questo, del territorio, di politiche per la lettura, di biblioteche. Tra i nomi degli invitati compaiono il direttore del Salone Internazionale del libro Nicola Lagioia, che terrà un intervento dal titolo “Comunità del libro e territori”, e Gianluca Lioni, portavoce del Ministro Franceschini, a cui spetta il comito di tracciare i solchi di ciò che ci aspetta, con un discorso su “Futuro ed editoria regionale”.

Ma sono soltanto due esempi presi dal fitto programma. Le voci del festival parleranno da diversi punti di vista, dal settore delle biblioteche, dall’antropologia, dal mondo delle istituzioni. La mattina ci saranno il direttore del Centro per il Libro e la lettura, Angelo Piero Cappello, che parlerà di “Patti per la Lettura e la loro rilevanza locale, regionale, nazionale”, Massimo Bray (Assessore alla Cultura della Regione Puglia) sul tema “Lingua, identità e cultura: una strada da percorrere”; Antonella Agnoli (Presidente Fondazione Federiciana), che discorrerà del “ruolo delle biblioteche scolastiche e delle biblioteche di quartiere nella diffusione della cultura locale: ricette e dialoghi sulle politiche di lettura del domani”; e infine dell’antropologo Francesco Bachis (Università di Cagliari, Responsabile comunicazione Siac), che chiuderà il programma con un’interessante approfondimento su “La funzione sociale dell’editoria regionale: uno sguardo dall’antropologia”.

Il pomeriggio sarà riversato al contributo di sette associazioni regionali di editori (AES, APE-Associazione Pugliese Editori, Èdi.Marca, Associazione Editori del FVG, Editori Veneti, AEA – Associazione Editori Abruzzesi, ESA-Associazione Siciliana Editori, Delegazioni ADEI Piemonte e Campania). Insieme a due delegazioni ADEI si confronteranno sul tema: “Promozione della lettura ed editoria indipendente. Il modello dei territori”.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Ore 10  - 1ª PARTE 

Tutti i libri del mondo

Moderatore: Simonetta Castia

Saluti istituzionali

Dario Franceschini, ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo
Andrea Biancareddu, assessore alla Cultura della Regione Sardegna
Mario Conoci, sindaco di Alghero
Marco Di Gangi, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Alghero
Marco Zapparoli, Presidente ADEI

Comunità del libro e territori
Nicola Lagioia, Direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino

Futuro e editoria regionale
Gianluca Lioni, Portavoce del Ministro Dario Franceschini

Moderatore: Marco Zapparoli

I Patti per la Lettura e la loro rilevanza locale, regionale, nazionale
Angelo Piero Cappello, Direttore Centro per il Libro e la Lettura

Lingua, identità e cultura: una strada da percorrere
Massimo Bray, Assessore alla Cultura della Regione Puglia

 Il ruolo delle biblioteche scolastiche e delle biblioteche di quartiere nella diffusione della cultura locale: ricette e dialoghi sulle politiche di lettura del domani
Antonella Agnoli, Presidente Fondazione Federiciana

La funzione sociale dell’editoria regionale: uno sguardo dall’antropologia
Francesco Bachis, Antropologo, Università di Cagliari, Responsabile comunicazione Siac

ORE 13.15     PAUSA

ORE 15.00 - 2° PARTE

Promozione della lettura e editoria indipendente. Il modello dei territori

Tavola rotonda con la partecipazione delle associazioni regionali degli editori
Simonetta Castia – Associazione Editori Sardi
Giovanni Chiriatti – Associazione Pugliese Editori
Mauro Garbuglia – Èdi.Marca
Marco Gaspari – Associazione Editori del FVG
Carlo Mazzanti – Editori Veneti
Elena Costa – Associazione Editori Abruzzesi
Salvatore Granata – Associazione Siciliana Editori
Anita Molino – Delegazione ADEI Piemonte
Alberto d’Angelo – Delegazione ADEI Campania