Il tuo carrello

NULLA SI SA, TUTTO SI IMMAGINA. IL CINEMA DI FEDERICO FELLINI E LA LETTERATURA

di Prandi Stefano

Casa editrice: Quodlibet

Disponibilità: In-stock

  • TRADUTTORE:
  • COLLANA: Quodlibet
  • ANNO EDIZIONE: 2022
  • IN COMMERCIO DAL: 22/06/2022
  • PAGINE: 94
  • SEZIONE: ARTI
  • DETTAGLIO: Singoli registi e produttori
  • ISBN: 9788822908186
  • LISTINO: 14,00 €
Quantità

ISBN: 9788822908186

Categorie: | SAGGISTICA

Tags | biografie e autobiografie

NULLA SI SA, TUTTO SI IMMAGINA. IL CINEMA DI FEDERICO FELLINI E LA LETTERATURA

Fellini e la letteratura: un binomio che a prima vista potrebbe sembrare paradossale. Lo sviluppo del suo cinema, infatti, appare piuttosto contrassegnato da un progressivo distacco dalla parola, a beneficio di una “libertà dell’immagine” sempre più spericolata. Eppure, in questa crescente fiducia nella propria ispirazione fantastica, Fellini non ha fatto altro che rimanere fedele all’aspirazione più intima della letteratura, ovvero alla sua capacità di approssimarsi al mistero e all’essenza mercuriale dell’esistenza umana, ben riassunta in una frase – apocrifa eppur così vera – dell’amato Leopardi, citata anche ne La voce della luna: «Nulla si sa, tutto si immagina». I saggi presenti nel volume offriranno al lettore uno sguardo nuovo sulle suggestioni letterarie del cinema di Fellini, spaziando dal progetto del Viaggio di G. Mastorna alla Dolce vita, da Amarcord al Casanova, da E la nave va a La voce della luna, e concludendosi con un’intervista a Ermanno Cavazzoni, che di quest’ultimo film fu ispiratore e sceneggiatore.