Il tuo carrello

Editoria indipendente: segni di ripresa nel primo trimestre 2021

La ripresa: tra Legge Nardelli e aumento di quota di mercato

Crescono i numeri dell'editoria indipendente: + 16,6 milioni di euro di incassi

Editoria indipendente: segni di ripresa nel primo trimestre 2021

Qualche spiraglio di luce si intravede, in un momento storico complesso. Da importanti rilevamenti riguardanti il mercato italiano dell’editoria indipendente, raccolti da ADEI (Associazione degli Editori Indipendenti) e Gfk vediamo i numeri crescere.

I primi tre mesi del 2021, si differenziano rispetto ai primi mesi del 2020, i mesi in cui la pandemia ha travolto all’improvviso tutti i settori.

In questo primo trimestre l’editoria indipendente, ha registrato un miglioramento nei propri volumi di vendite, con un aumento pari al 29,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In totale si registrano 22,8 milioni di copie vendute. Un aumento di incassi, secondo Vincenzo Mastrofilippo, Sub-Lead Market Insights di Gfk, pari a 16,6 milioni di euro.

L’orizzonte non è così buio. Un incremento della quota di mercato dell’editoria indipendente dal 41,4% al 42,8% nel giro di un anno fa ben sperare. Un altro dato interessante riguarda i generi maggiormente acquistati dal pubblico. In testa il genere “non fiction”, seguito da “fiction”.

Il presidente di ADEI, Marco Zapparoli, sottolinea che tali segnali sono i positivi effetti economici della Legge Nardelli, “che fissa anche dei paletti importantissimi sul commercio del libro stesso” e ribadisce come sia innegabile il miglioramento nella situazione dell’editoria indipendente.